Viaggio nel mio mare - Flavio Provini

Premio Letterario Nazionale
MARIA MADDALENA MORELLI
"Corilla Olimpica"
- Città di Pistoia -

II Edizione
2018

Categoria D

Secondo Premio

 

 

Viaggio nel mio mare

-lirica in rima incrociata-

 

Ho dismesso le paure e il lamento

Issato vele bianche verso Oriente

Sbirciato oltre i veti della mente

Seguito i gabbiani controvento.

 

Così mi son trovato tra le stelle

Un calcio a ieri, il binocolo sul domani

Il timone del coraggio fra le mani

A guidarmi per rovesci a catinelle.

 

Volevo un’emozione, non una meta

Lo star a galla un pelo sopra l’infinito,

essere mozzo o capitano ardito

la mano di scorza, il cuore di seta.

 

Magari un giro per tornare a sera

Diventar Ulisse o restar Nessuno,

sgranar i miei dubbi, ad uno ad uno

cercar retate d’oro o peste nera.

 

Covavo un urlo nella finta pace

Dentro il silenzio il fragore del tuono,

mi mancava del cuore il suono,

il vagito del bambino che ora tace.

 

Che superbi i canti delle sirene

Fra spettri di meduse a fil di mare!

E il saluto dei delfini alle lampare

Mentre il sole sgualciva le gomene…

 

E ho ammiccato alle tinte artificiali

Ma all’indaco ho scelto il cremisi,

ho affogato sogni, schiuso sorrisi

dubitando dei credo occidentali.

 

Ho assaggiato tempeste amare

Le ho addolcite d’una sana ironia,

ne resta adesso una vaga nostalgia

simulacro e forza nel mio navigare.

 

Ed ora ignoro i nodi del destino:

sarà approdo o dialogo con Dio,

Apocalisse o requiem dell’Addio?

La luna è lì, curiosa fa capolino.

Flavio Provini (Milano)

© 2016 I premi di Etruria Faber Music. All Rights Reserved. www.etruriafabermusic.com

Please publish modules in offcanvas position.