Concorso Maria Maddalena Morelli

All'ombra della Cupola della Basilica - Santuario "Madonna dell'Umiltà" di Pistoia è custodita

"[...] una corona d'alloro, formata da foglie di carta, tinta di verde, sostenuta da fil di ferro e legata da un sostegno circolare. E' decorata da bacche di legno dorato e le due estremità sono unite da un nastro a strisce di colore rosso, bianco e dorato. Il tutto è posato su un riquadro di seta bianco, bordato di gallone oro. E' accompagnato da due strisce di panno intessuto con filo d'oro e fodera di seta gialla, su cui a lettere d'argento sono riportate le seguenti parole:

 

Deiparae
sub imagine humilitatis 
sibi veneratissimae
Maria Maddalena Morelli Fernandez pistoriensis
sertum
nomine Corillae Olimpicae sibi Romae impositum
moriens d(onavit) 1800

(da "Corilla Olimpica e la poesia del Settecento europeo", il Ritorno di Corilla, Massimo Batignani, M&M Editore)

 

 

MARIA MADDALENA MORELLI

 

Registro dei battezzati del 1727 del Battistero di Pistoia
Atto di battesimo n. 758

 

 

A di detto 27 marzo 1727 Maria Maddalena Romola,
figlia di Iacopo di Giovanni Morelli e della Maria Caterina,
figlia di Francesco Buonamici, sua moglie.

 

Cappella di S. Paolo, nata il detto a ore 9.

 Figlia di un violinista, fu la più famosa improvvisatrice del Settecento. Si narra che a soli 7 anni fosse riuscita a ripetere alcuni versi ascoltati da un sacerdote che li aveva appena improvvisati. La famiglia, dopo questo evento, e, notata la sua abilità, le permise di seguire studi umanistici che la portarono ad avere accesso all’Arcadia , nella quale fu accolta nel 1750 con il nome di “Corilla Olimpica”.

La sua figura destò reazioni contrastanti, alcuni la lodarono e ammirarono, altri la odiarono fortemente. Visse per 10 anni a Napoli sotto la protezione di Faustina Pignatelli e sposò un gentiluomo impiegato nella Segreteria di Guerra (Ferdinando Fernandez). Ben presto abbandonò sia il marito che il figlio da lui avuto e non si occupò più di loro.  Nel 1760 è a Roma dove sarà fortemente ostacolata dai Gesuiti, al punto che dovrà andarsene per rifugiarsi in primis a Pisa, da qui, inizierà lunghe peregrinazioni tra le diverse corti italiane.

Nel 1761 istituisce a Siena, una sua Accademia detta Ordine dei Cavalieri Olimpici, pochi anni dopo pubblica a Bologna “Canto In Lode di Maria Antonietta. Un anno per lei importante fu il 1765, quando l’Imperatore Francesco I le offrì un posto di poetessa laureata presso la corte austriaca. A Vienna scrisse un poema epico e alcuni volumi di poesie liriche che dedicò all'imperatrice Maria Teresa d'Austria e che destarono l'ammirazione del Metastasio. Nel 1766 divenne membro dell'Accademia Clementina e nel 1771 torna a Roma dove entra a far parte dell'Accademia romana dell'Arcadia con lo pseudonimo di Corilla Olimpica.

La sua popolarità era tale che fu ritratta da alcuni noti pittori, tra cui Venceslao Werlein e Pietro Labruzzi, in un quadro destinato alla sede arcade, così come da scultori del calibro dell'irlandese Christopher Hewetson, che ne realizzò un busto marmoreo.  Nel 1778, ottenne dal papa l'assenso all'incoronazione di Poetessa laureata e al conferimento del titolo di Nobile Romana, un onore che, in precedenza, era stato concesso solo al Petrarca e al poeta improvvisatore Bernardino Perfetti. Questa incoronazione fu molto dubbia e destò particolare clamore, tanto che fu costretta ad abbandonare Roma e a tornare nella sua terra natale.

Regalò la corona d'alloro alla Basilica della Madonna dell'Umiltà di Pistoia (dove è tuttora conservata) e nel 1780 si trasferì, definitivamente, a Firenze.

  Il Progetto di un Concorso di Poesia

Il Premio è un progetto culturale proposto dall’Associazione “Etruria Faber Music e Patrocinato dal Comune di Pistoia, ed è ha come scopo la riscoperta di aspetti storico culturali della Città di Pistoia attraverso il ricordo dell’Artista cui è intitolato e il fornire la possibilità ad appassionati della cultura, scrittori e poeti (giovani e non) di fruire di una occasione di visibilità e di incontro.

Il premio prevede una unica sezione (poesia), l’intento principale è esplorare e permettere la diffusione delle nuove forme di poesia e narrativa, premiando eventuali eccellenze che, solitamente, rimarrebbero nel proprio anonimato.

Il Premio letterario “Maria Maddalena Morelli: Corilla Olimpica - Città di Pistoia”, inoltre vuole essere anche un punto di incontro e approfondimento attraverso il coinvolgimento degli autori stessi in una giornata dedicata alla poesia scritta e recitata. Il progetto ha come obiettivo anche il contribuire alla diffusione e fruizione dell’arte letteraria in tutte le sue espressioni, è rivolta ad un pubblico eterogeneo ed offre, sia ai partecipanti, sia al pubblico, un’occasione unica per approfondire anche aspetti storici del patrimonio artistico – culturale di Pistoia.

La necessità di scegliere un titolo particolarmente lungo quale Concorso di Poesia Maria Maddalena Morelli "Corilla Olimpica" - Città di Pistoia  nasce dall'essere venuti a conoscenza (attraverso quanto riportato nell'opuscolo scritto da Massimo Batignani) dell'esistenza di un precedente concorso di poesia intitolato all'Artista ("Premio Naz.le di Poesia Corilla Olimpica") attivo sicuramente nelle annualità 1990 e 1991 ed organizzato da Proloco di S. Mommè (PT), di cui non è stato possibile recuperare notizie di edizioni successive.

 

Scarica la Brochure

Bando di Concorso Ed. 2017 Giuria  Premio    Cerimonia di Premiazione  

                                                                                                

FAQ Partecipazione al Concorso 

© 2017 Associazione Etruria Faber Music. All Rights Reserved.
Associazione "Etruria Faber Music" - Sede legale: via G. Verga n. 13 - 52100 Arezzo Cod. Fisc. 920 802 005 19 - P. IVA 021 904 105 10

Il presente sito fa uso di soli cookie tecnici e non di profilazione; può consentire altresì l'invio di cookie di terze parti per i quali si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o proseguendo la navigazione in qualsiasi modo, acconsenti all'uso di tutti i cookie.