Concorso Petrarca

Francesco Petrarca – La poesia che nasce da Arezzo

Nacque ad Arezzo il 20 Luglio 1304. Fanciullo,  dovette seguire  il padre Ser Petracco, notaio fiorentino  bandito da Firenze per le sue idee politiche, ad Avignone, allora sede pontificia. Presso la vicina università di Montpellier  iniziò, su richiesta del padre, lo studio delle materie giuridiche che prosegui  presso l'università di Bologna. Presso quest'ultima università ebbe tra i suoi professori  di Legge quello che sarebbe divenuto un  suo futuro maestro di poesia: Cino da Pistoia. Ben presto si accorse  però che le materie giuridiche  non erano fatte per lui e  abbandonate quelle discipline si appassionò allo studio di Cicerone e dei poeti antichi . A Bologna tra gli studi e i divertimenti che Francesco non disdegnava coltivò numerose amicizie  tra cui quella con il principe romano Giacomo Colonna.

Nel 1326 la morte del padre richiamò Francesco, unitamente al fratello Gherardo, ad Avignone dove i due fratelli constatarono che l'eredità del padre non gli avrebbe consentito di vivere ancora per molto senza trovarsi una sistemazione. Il fratello Gherardo entrò più tardi  nell' ordine minore dei certosini  e forse anche Francesco abbracciò tale ordine. Il ritorno ad Avignone venne caratterizzato dall'incontro di Francesco con quella che sarebbe divenuta l'ispiratrice di tutte le sue liriche d'amore. Era il Venerdì Santo del  1327  quando il poeta vide  nella chiesa di Santa Chiara Laura la donna che amerà per tutta la vita. L'amore di Francesco per Laura, già sposata da due anni con Ugo de Sade, fu unico e prosegui anche dopo la sua  morte che avvenne, a causa della  peste, nel 1348.

Nel 1330, come cappellano, entrò al servizio della famiglia Colonna. L'occupazione  gli diede l'occasione di viaggiare per la Francia, le Fiandre e la Germania. Venne accolto  dai Signori che  allora  dominavano le città italiane conoscendo tra i più illustri letterati e poeti del tempo. Durante questi viaggi, da relazioni superficiali, gli nacquero  i due figli Giovanni (1337) e Francesca (1343).

Il 1 Settembre del 1340 mentre si trovava in ritiro a Valchiria, a poche miglia da Avignone, venne, informato da parte del Senato Romano e dell'Ateneo di Parigi dell' offerta a essere incoronato Poeta.  Scelse, forse per vanità, l'invito di Roma e dopo essere stato esaminato solennemente, per tre giorni,  a Napoli dal re Roberto d'Angiò, nel giorno di Pasqua del 1341 venne cinto dalla corona di Poeta in Campidoglio.

Dal 1353 visse in Italia  a Milano e in seguito a Venezia e Padova  per stabilirsi infine ad Arquà, sui colli Euganei,  dove morì il 19 Luglio 1374.

 

 

Il Progetto di un Concorso di Poesia

Il Premio è un progetto culturale proposto dall’ con il patrocinio di "Accademia Petrarca di Lettere, Arte e Scienze” e “Brigata Aretina degli Amici dei Monumenti” di Arezzo, ed è ha un duplice scopo. Oltre, infatti, alla riscoperta di aspetti storico culturali della Città di Arezzo attraverso il ricordo del Poeta cui è intitolato, si cerca anche di fornire la possibilità ad appassionati della cultura, scrittori e poeti (giovani e non) di fruire di una occasione di visibilità e di incontro.

La componente Premio di Poesia “Francesco Petrarca – Città di Arezzo” prevede un’unica sezione (poesia), ma più categorie distinte per scolarizzazione ed età. L’intento del Premio è esplorare e permettere la diffusione delle nuove forme di poesia, premiando eventuali eccellenze che, solitamente, rimarrebbero nel proprio anonimato.

Il Premio letterario “Città di Arezzo”, inoltre vuole essere anche un punto di incontro e approfondimento attraverso il coinvolgimento degli autori stessi in una giornata dedicata alla poesia scritta e recitata.

Il progetto ha come obiettivo anche il contribuire alla diffusione e fruizione dell’arte letteraria in tutte le sue espressioni, è rivolta ad un pubblico eterogeneo ed offre, sia ai partecipanti, sia al pubblico, un’occasione unica per approfondire anche aspetti storici del patrimonio artistico – culturale di Arezzo.

© 2017 Associazione Etruria Faber Music. All Rights Reserved.
Associazione "Etruria Faber Music" - Sede legale: via G. Verga n. 13 - 52100 Arezzo Cod. Fisc. 920 802 005 19 - P. IVA 021 904 105 10

Il presente sito fa uso di soli cookie tecnici e non di profilazione; può consentire altresì l'invio di cookie di terze parti per i quali si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o proseguendo la navigazione in qualsiasi modo, acconsenti all'uso di tutti i cookie.