Premio di Poesia

“FRANCESCO PETRARCA”
- Città di Arezzo -

III Edizione 
2018

 

Categoria "Piccoli Poeti"

Segnalazione di Merito

 

Le Piccole Violette

Come un soffio di vento,
timidamente,
la violetta si apre
colore splendente,
si specchia nel riscelo
sembra una di quelle bambine 
timide, impacciate,
a volte birichine.
Violetta,
piccolo colore timido nel verde
in cui l'occhio umano
si perde.

Elena Mora (Parma)

Premio di Poesia

“FRANCESCO PETRARCA”
- Città di Arezzo -

III Edizione 
2018

 

Categoria "Canzoniere"

Primo Premio

 

Una Rosa tra le Dita

La pioggia scivola
sui vetri
come le lacrime
di quei tempi.

I finestrini appannati
come l'anno prima:
ripetitiva e
ciclica è la vita.
Un sospiro di notte
e le stelle
già contemplo;
astri...
galassie...
pianeti...
L'Universo
è come i tuoi occhi,
infinito in quell'iride azzurra
e... quella rosa,
quella rosa rossa
tra le dita
che ti punge il cuore.
Soffocato il tuo respiro
fra un battito di ciglia
e un bacio amaro...
eterno è questo silenzio.

Melissa Storchi (Bibbiano - RE)

Premio di Poesia

“FRANCESCO PETRARCA”
- Città di Arezzo -

III Edizione 
2018

 

Categoria "Canzoniere"

Terzo Premio

 

La Farfalla

La traccia di colore
sulla tela bianca
L'anatroccolo
trasformato in cigno
Un fiore bianco
in un prato verde
La brezza leggera
in una giornata di sole
La casetta
nascosta dal bosco
La calda luce
nella notte scura
Il respiro
dell'ultimo attimo.

Matilde Grazi (Foiano della Chiana - AR)

Premio di Poesia

“FRANCESCO PETRARCA”
- Città di Arezzo -

III Edizione 
2018

 

Categoria "Canzoniere"

Secondo Premio

 

Morte in Vita

Non so se nel canto di mille sogni
se in un mondo di umili fogli
se nel dire del mio unico mattino
s'ode il pianto
s'ode il grido.

io riconosco
che nella mia sola esistenza
non sono che una goccia
nell'are dei sognatori.

Noi non siamo che
un unico fiume
nell'oceano della speranza.

Qui non s'ode alcun grido,
qui non s'odono 
lacrime di anime perdute.

Qui s'ode il sonoro parlato
di persone.
Qui
s'ode la vita.

Gabriel Tagliabue (Cureglia - Svizzera)

Premio di Poesia

“FRANCESCO PETRARCA”
- Città di Arezzo -

III Edizione 
2018

 

Categoria "Ragazzi"

Primo Premio

 

In Morte della Madre

[Figlio]: Frequentava Morte la tua stanza
già da tempo si chinava al tuo dormire.
Ti sfiorava le labbra con la mano
coprendole di crepe sttili
e premeva i tuoi occhi con le dita
spingendoli all'interno della testa.
Rubava alla lingua ormai riarsa
le parole dall'uso più comune
e storceva di demenza la mandibola
snaturando la pronuncia del mio nome.
Scavando con le unghie nelle orecchie
lacerava le membrane dell'ascolto
e i tuoi timpani sensibili di donna
tormentava col silenzio della stanza.
Ti infilava le braccia nella gola
per costringerti a tossire e vominare
e colpiva spietata il ventre sterile
per carpire il desiderio di magiare.
Rispediva con forza nei polmoni
ogni tuo tentativo di respiro
e insinuava nel midollo delle ossa
la fatale semenza del tumore.
Ti h costretto in un angolo del letto
rannicchiata agli sguardi dei tuoi cari
finché esausti i muscoli del cuore
han ceduto alle carezze del dolore.
Ma aggrappandoti al tuo ultimo respiro
sospesa sul ciglio della fine
"Resterà in vita", mi hai chiesto, trapassando
"almeno una parte di me?".
Intuisti, vivo, nel mio attedere
il tuo stesso pneuma vitale
la certezza che si può essere eterni
anche distesi al capezzale.

Andrea Riccardo Albiani (Arezzo)

© 2016 I premi di Etruria Faber Music. All Rights Reserved. www.etruriafabermusic.com

Please publish modules in offcanvas position.